Fraternità Sentinelle della Speranza

Fraternità Sentinelle della Speranza

Fraternità Sentinelle della Speranza

Il Gran Priore Padre Luciano Maria Meloni

ordinato Ierodiacono  

 Dalla Fraternità dipendono l’associazione Fraternità Sentinelle della Speranza onlus e la Cooperativa Speranza Giovane

La Fraternità Sentinelle della Speranza è un movimento ecclesiale, riconosciuto dalla Chiesa Ortodossa Italiana,  dove si vive la vita fraterna in qualsiasi ambito di vita. La Fraternità ha quale logo la  Croce Eucaristica, quale simbolo visibile e distintivo del Carisma fondante, che consiste nel riunirsi, per incontri di spiritualità con la preghiera.

Nata originariamente come gruppo di preghiera all’interno della Chiesa Cattolica la Fraternità, che spesso si riunisce nelle case dei malati ed anche dei moribondi per facilitare la riconciliazione con Dio e accompagnare il trapasso alla Casa del Padre, si è scontrata con la crescente diffidenza della chiesa cattolica nei confronti dei gruppi di preghiera, diversi dei quali sono stati addirittura soppressi, tanto che alcuni, e tra queste la Fraternità Sentinelle della Speranza, si sono rivolti alla nostra Chiesa dove hanno trovato accoglienza e dove possono più liberamente esprimere la propria spiritualità.

Fraternità Sentinelle della Speranza

La Fraternità, è stata accolta nella nostra Chiesa con Decreto n. 73 del 10 agosto 2018 e il suo fondatore, Luciano Maria Meloni è stato ordinato ipodiacono il 23 dicembre 2018 (prot. n. 79/2018) nel Santuario della Santissima Trinità di Valle Paradiso nel Frusinate e ierodiacono (monaco e diacono) nella Cattedrale di Grotta Celoni il 6 febbraio scorso (prot. n. 09/2022), in ambedue le volte il vescovo ordinante è stato mons. Filippo di Roma.

Fa capo alla Fraternità l’associazione Fraternità Sentinelle della Speranza onlus e la Cooperativa Speranza Giovane, per operare nel sociale. Fino all’anno scorso la Fraternità ha gestito una Casa Alloggio (Maria madre della Consolazione) a Formello (Roma), chiusa a seguito della pandemia da coronavirus e al momento sta cercando su Roma e zone limitrofe uno stabile per riattivare una struttura per anziani, inoltre la cooperativa promossa dalla Fraternità nell’ambito delle proprie attività si pone quale obiettivo l’ascolto dei giovani per attivare tirocini di formazione professionale, e accompagnarli così nel mondo del lavoro, garantendo alti livelli di qualità professionale.

La Fraternità attraverso la cooperativa Speranza Giovane ha attivato il progetto “Fattoria e agricoltura sociale” dove si accolgono i ragazzi con fragilità di carattere sociale, in una casa accogliente costruita a misura per loro. L’incontro con i giovani in tutti i luoghi da loro frequentati: scuole, piazze, vicoli, in poche parole, “ovunque essi vivano”, ascoltandoli in silenzio… In questo contesto, inoltre, la Fraternità e Speranza Giovane hanno attivato il progetto “We talk together” per confrontarsi con loro sulle loro aspettative. Il progetto è attivo tutto l’anno. Tra i vari obiettivi si sono proposti anche quello di trovare 

soluzioni ad hoc per donne in situazione di fragilità. Una delle soluzioni adottate è il co-housing a misura familiare. In questo modo, si favorisce la rigenerazione e si aiutano queste persone a reinserirsi nel mondo del lavoro.   La Cooperativa progetta e promuove l’inserimento nel mondo del lavoro dei ragazzi “altrimenti inabili”, organizzando a periodi ciclici tirocini specifici, con l’obiettivo di fornire a queste persone, le competenze professionali per le seguenti figure: scaffalista, addetto al servizio mensa, cameriere, aiuto cuoco, receptionist, 

decoratore, tappezziere, ed altri.

Chi fosse interessato ai servizi della Cooperativa può telefonare al numero 3806989118.

Chiesa Ortodossa Italiana

Via Appia Nuova n. 612  – 00179 ROMA

telefono: +39 0621119875 – email: chiesaortodossaitaliana@gmail.com  C.F. 930053400045

Facebook   Radio Ortodossa      Twitter  UniSAG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.